Da maggio a ottobre... La Sardegna oltre il mare

Cavalli, storia, tradizioni, cibo, vino, ospitalità. Qualità certificata.

Evento

Home | Evento | Ippovie | Sarcidano Grighine

Sarcidano - Grighine (KM 47)

Terre ricche di storia e tradizioni quelle del Sarcidano, che di recente ha riscoperto e recuperato anche la razza di cavalli originaria di questi luoghi, ottenendone i giusti riconoscimenti a tutela.

Laconi è la "capitale" del Sarcidano e da qui si parte, dopo aver lasciato quasi alle spalle il pianoro della Giara. E’ l’altopiano degli indomiti cavallini, che allo stato brado pascolano indisturbati e ai quali il vicino paese di Genoni ha dedicato anche un affascinante rodeo, a mezza estate meta di migliaia di spettatori. Da Laconi si diramano numerosi itinerari, uno più affascinante dell’altro.

Attraversando la Valle dei Menhir si scoprono le popolazioni del passato, questi loro grandi monoliti, i maestosi nuraghi. 
Attraverso i torrioni calcarei de Is Casteddos, tra fresche sorgenti d’acqua e antichi anfratti, si raggiungono delle particolari grotte carsiche, una volta rifugio di leggendari banditi.
Da Laconi, puntando verso il Mandrolisai, si raggiunge Samugheo, paese conosciuto per i colorati tappeti. Nelle campagne che lo circondano si possono ancora ammirare alcuni antichi mulini ad acqua, tra i pochissimi salvatisi in Sardegna.

Di collina in collina si raggiunge il Monte Grighine, interessato da un ampio recinto di forestazione che cerca di far risorgere il bosco sardo. Facile lungo il percorso imbattersi in qualcuno dei numerosi cinghiali che popolano il monte sino al declivio che conduce a Villaurbana, il paese dell’Oristanese con una affermata tradizione di panificazione.

Pochi chilometri e si raggiunge Siamanna, ogni estate teatro di una delle più affermate corse piane della Sardegna: il palio di “Su Pannu”. Ecco, infine, il vicino paese di Simaxis: è già pianura e la porta d’ingresso a Oristano.

Vai su